DOC Aggressivo, Paura di far del Male: Sintomi, Cause e Cura - Dr Gaspare Costa - 340/7852422 - Psicologo e Psicoterapeuta

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tipologie di DOC
DOC Aggressivo,  Paura di far del Male: Sintomi, Cause e Cura

A cura del Dr Gaspare Costa
05/03/2017

Il Disturbo Ossessivo Compulsivo  ( DOC) tipo Aggressivo si manifesta con la presenza di contenuti mentali intrusivi (pensieri, immagini, impulsi etc.) che hanno come contenuto quello di poter danneggiare se stessi o altre persone (figli, partner, amici, sconosciuti etc.) a causa di un proprio gesto o comportamento.  In sostanza,  nel DOC Aggressivo il soggetto ha la spiacevole sensazione di poter agire un pensiero o un impulso  violento  contro la propria volontà, come se, improvvisamente non fosse più nelle condizioni di controllare i propri comportamenti.

La paura di poter fare del male ai propri figli

Il DOC aggressivo comporta una notevole sofferenza poiché i contenuti mentali intrusi di natura violenta vengono valutati dal soggetto come completamente estrani rispetto ai propri valori etico/morali; in genere, le persone che manifestano questo tipo di DOC sono pacate, calme, spesso remissive e raramente sembrano arrabbiarsi o esternare la propria rabbia, in sostanza sono le tipiche persone che non farebbero male ad una mosca.

La presenza di pensieri aggressivi o immagini o impulsi di natura violenta cosi come si presentano in questa tipologia di Disturbo Ossessivo Compulsivo genera una forte angoscia perché il soggetto non solo non si riconosce in questi contenuti ma teme di poterli agire; in altre parole, egli immagina che inavvertitamente, contro la propria volontà ed i propri principi, possa rendersi responsabile di comportamenti violenti e vili che lo renderebbero meritevole di disprezzo.La natura dei contenuti che possono presentarsi nel DOC egressivo sono praticamente illimitati e possono riguardare il partner, i figli, gli amici o, addirittura se stessi; ecco qualche esempio:
  • Pensiero di buttarsi sotto ad un  treno
  • Pensiero di spingere qualcuno sotto  un treno
  • Pensiero di lanciarsi nel vuoto
(da  un ponte, un palazzo, un cavalcavia etc.)
  • Pensiero di spingere qualcuno nel  vuoto
(da un ponte, un palazzo, un cavalcavia etc.)
  • Immaginare di lanciare il passeggero  fuori dell'abitacolo dall'auto in corsa
  • Impulso ad aggredire un amico
  • Immaginare di poter violentare,  aggredire, rubare
    
  • Immaginare di aggredire o uccidere   la propria partner
  • Immaginare di poter fare del male ad   anziani o bambini
  • Immaginare  di aggredire o uccidere i propri figli
  • Immaginare di poter avvelenare i propri cari
  • Immaginare di dare un pugno ad un estraneo
  • Immaginare di ferire o uccidere un estraneo
  • Immaginare di scaraventare un neonato a terra
  • Immaginare di poter fare male ad un collega
Come si evince i contenuti mentali che possono manifestarsi nel DOC aggressivo sono illimitati, ma contrariamente a quello che si può pensare il problema non sta nella natura dei contenuti aggressivi ma nel significato che il soggetto attribuisce a questi prodotti mentali. Le recenti ricerche dimostrano come quasi tutti gli esseri umani fanno esperienza, episodicamente, di contenuti mentali ( pensieri, immagini, impulsi etc.) bizzarri, strani, paradossali, perversi, a carattere sessuale o aggressivo; allora perche alcuni sviluppano il DOC Aggressivo ed altri no!

Una risposta plausibile può essere il fatto che le persone che sperimentano pensieri aggressivi e non sviluppano il DOC danno a questi contenuti il giusto significato; in sostanza, per quanto bizzarro o osceno possa essere un contenuto mentale,  riescono a valutarlo nella sua giusta dimensione: ovvero come un contenuto mentale che presto sarà sostituito da un nuovo contenuto mentale. In altre parole, le persone che non sviluppano un DOC Aggressivo hanno una maggiore capacità di vedere i pensieri per quello che sono e non per quello che dicono di essere.

Al contrario, gli individui che sviluppano un DOC Aggressivo attribuiscono ai pensieri violenti un eccessiva importanza tanto che il solo pensare a qualcosa di aggressivo li fa sentire indegni o disprezzabili proprio come se lo avessero agito ( Fusione Pensiero/Azione). Nelle persone con Disturbo Ossessivo Compulsivo di tipo Aggressivo la presenza di un contenuto mentale (pensiero, immagine, impulso etc.) viene valutato come qualcosa di indesiderato e di cui sbarazzarsi al più presto che nel medio e lungo tempo può cronicizzare il disturbo, ecco un esempio di valutazione nel DOC Aggressivo

Contenuto Mentale Intrusivo
(Pensiero, Immagine, Impulso)

Valutazione
SintomiRassicurazioni/Evitamenti
Pensiero intrusivo di poter spingere il partner fuori dall'abitacolo
Oddio...Ma che vado a pensare.....
Le persone normali non fanno di questi pensieri...
Forse c'è un lato oscuro dentro di me.....
Se lo penso forse potrei farlo......
In TV se ne sentono tante....
Sarebbe terribile

Ansia/AngosciaRassicurazioni:
Rassicurarsi rispetto che è sempre stato buono....Chiedere agli altri della propria condotta per essere certo che è una persona mite
Evitamenti e C. Protettivi
Evitare di  viaggiare in compagnia.....Assicurarsi che le Cinture siano allacciate....Far sedere il
passeggero dietro l'abitacolo
Come si nota la valutazione del contenuto violento in chi manifesta il DOC Aggressivo è molto più drammatica e disfunzionale inoltre, le soluzioni che vengono messe in atto per lenire l'ansia, alla lunga impediscono di demolire la credenza di poter agire il contenuto mentale. Sappiamo dalle ricerche in ambito cognitivo  che i tentativi di liberarsi dalle ossessioni paradossalmente aumentano la frequenza e l'intensità alimentando in questo modo il circolo vizioso del Disturbo Ossessivo Compulsivo.Il DOC Aggressivo diventa particolarmente invalidante quando i contenuti violenti colpiscono i propri cari o i propri familiari, vediamo alcuni  esempi.

1) Ho paura di poter fare del male al mio bambino. Giulia e Francesco hanno avuto da poco il loro primo bambino, a causa delle difficoltà a concepirlo naturalmente hanno fatto ricorso alla fecondazione assistita tanto era forte il desiderio di avere un figlio. A circa 15 giorni dal parto Giulia, rimasta da sola con il neonato, viene sconvolta  da un pensiero terribile che la fa precipitare nella disperazione più totale " Se facessi del
male neonato...", questo pensiero angosciante la riempie di angoscia e, nonostante i tentativi di liberarsene, si fa sempre più persistente e terribile; oltre al pensiero di poter fare del male al proprio figlio, nella mente di  Giulia compaiono immagini terribili iche rappresentano se stessa mente prova ad uccidere il proprio bambino facendolo cadere, strangolandolo o annegandolo durante il bagnetto.

La presenza di questi contenuti violenti angoscia sempre di più Giulia che inizia a criticarsi: " Una buona madre non dovrebbe avere di questi pensieri....Sotto sotto potrei essere un mostro che uccide il proprio figlio....Se penso a queste cose sono una pazza!". Giulia prova a rassicurarsi dicendosi, tra se e se, quando ha sempre desiderato avere un bambino, suo figlio è la cosa più bella che gli sia capitata e lei darebbe tutto per lui anche la sua stessa vita.

Questo esempio drammatico dimostra come il DOC Aggressivo mette in discussione le  cose più preziose e care che le persone hanno;  il solo pensiero di poter far del male al proprio figlio è cosi sconvolgente che Giulia cade nello sconforto, non si perdona di pensare a cose di questo genere, si reputa un mostro come quelle che fanno vedere in televisione.

Angosciata dall'ossessione, Giulia inizia a cambiare atteggiamento: evita di stare da sola con il piccolo, chiede alla mamma di  venire a vivere con lei, di aiutarla nel bagnetto e nella preparazione delle pappe. Questa manifestazione drammatica del Disturbo Ossessivo Compulsivo di tipo Aggressivo, abbastanza frequente nel post-partum, ci dimostra come sia indispensabile riconoscerlo e prevenirlo considerando che, fortunatamente, oggigiorno vi sono cure farmacologiche e psicoterapiche efficaci ed efficenti.

Naturalmente, il DOC Aggressivo può colpire anche i padri con la presenza di pensieri, immagini ed impulsi che hanno come contenuto quello di poter fare del male ai propri figli e che quindi suscitano una profonda angoscia;appare chiaro, ma è utile ricordarlo che il DOC Aggressivo che si manifesta nella paura di poter far del male ai propri figli è  una condizione completamente diversa di chi effettivamente compie tali gesti. Nel DOC Aggressivo, infatti, la persona è angosciata dal solo pensiero di poter fare del male al proprio figlio proprio perché è una cosa lontanissima dai propri valori etico morali e da ciò che desidera.

2)Ho Paura di poter fare del male a mia moglie. Luca e Anna sono sposati da 10 anni, non hanno figli. Anna ha una salute cagionevole e Luca si occupa di lei con affetto,  accompagnandole a tutte le visite mediche in giro per l'Italia e accudendola amorevolmente in tutti suoi bisogni. A seguito di un periodo di forte stress, Luca inizia ad avere pensieri che lo sconvolgono accompagnati da immagini dove si vede mentre tenta di strangolare la moglie; a seguito di questi contenuti aggressivi Luca cade nello sconforto, non si da pace, prova a rassicurarsi dicendosi che la moglie e la persona a cui tiene di più e darebbe la sua stessa vita per lei.

Con il passare dei giorni, nonostante i tentativi di Luca di sbarazzarsi di questi pensieri violenti, la situazione peggiora, egli è sempre più assorbito nei propri pensieri ed evita, con scuse varie, di stare da solo con la moglie fino a dichiararle che, per questioni di lavoro,  deve dormire fuori casa. La situazione si fa ancora più angosciosa quando Luca apprende dalla televisione le frequenti notizie di femminicidio  che lo terrorizzano all'inverosimile; in queste circostanze egli teme di poter agire qualcosa di terribile anche se è fermamente convinto di amare la propria  moglie. Si critica per i pensieri aggressivi e le immagini che lo devastano  facendolo sentire come un mostro. Anche in questo caso il DOC Aggressivo mette in discussione, attraverso pensieri, immagini ed impulsi  il bene più prezioso che una persona possa avere.

 Come curare il DOC Aggressivo?
 
Il  Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC) Aggressivo comporta, come abbiamo visto, molta sofferenza che spesso viene prolungata dalla “resistenza” del soggetto a rivolgersi ad un professionista competente; le ragioni di questa resistenza possono essere spiegati dai vissuti di vergogna che spesso si accompagna a questo  tipo di DOC oppure, paradossalmente,  dalla paura che il professionista confermi  che non si tratta di DOC.  Fortunatamente, negli ultimi anni la cura del Disturbo Ossessivo Compulsivo  è diventata sempre più efficace ed efficiente è spesso risulta risolutiva. Approfondisci la cura del DOC .
Hai trovato l'articolo interessante? Aiutami a far conoscere il DOC condividendolo. Grazie, Dr G. Costa
Richiedi un Consulto al Dr Gaspare Costa






 Appuntamento i Studio
 Consulenza Online Breve ( 25 minuti) £ 40,00
 Consulenza Online Singola ( 60 minuti) £ 70,00
 Consulenza Online ( 60 minuti) x 3 £ 180.00













 
Dr Gaspare Costa iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Toscana n° 5040 - P.Iva 0120695045 Tutti i diritti riservati - prima dell'utilizzo del sito leggere le avvertenze in note legali e privacy
Torna ai contenuti | Torna al menu